Personal tools
You are here: Home Pagina di descrizione città Cento
Document Actions

Cento

La storia

Le notizie sulla nascita di questo splendido centro sono piuttosto lontane ed incerte.
I documenti ritrovati all’epoca della dominazione Longobarda nell’VIII sec, descrivono Cento come un piccolo borgo costruito su un’isola formata dal terreno alluvionale dei fiumi Po e Reno. Cento, diventata un libero Comune, nel 1185 unita a Pieve si assoggettò al Vescovo di Bologna.
Nel 1400 la zona di Cento riuscì a passare dalla signoria dei Vescovi a quella del reggimento di Bologna, quindi ai Visconti, poi a Gozzadini, a Giannello Cossa, ai Bentivoglio e di nuovo al reggimento bolognese. Solo nel 1502, il papa Alessandro VI staccò il Centopievese da Bologna e lo assegnò al duca di Ferrara Alfonso I.  
Cento tornò allo Stato Pontificio solo nel 1598. Nel 1754 Papa Benedetto XIV diede a Cento, con Bolla Papale, il rango di “Città” e durante la Repubblica Cisalpina (1797) venne scelta come capoluogo del Dipartimento dell’Alta Padusa. Nel 1860. con voto plebiscitario, veniva sancita l’annessione al Regno dei Savoia. Nel 1928 un decreto reale modificò il confine con Pieve di Cento, con il passaggio di quest’ultima alla provincia di Bologna.
Via Guercino

La città

La struttura urbana risale al medioevo ed è caratterizzata dalla presenza di portici che fiancheggiano le strade principali con palazzi storici e chiese di pregio artistico, come il Palazzo del Governatore, la Casa Pannini, la Rocca di Cento e la Chiesa del Rosario. Altri monumenti storici da visitare sono l’antica Rocca, attuale sede d’iniziative estive, e il Teatro Comunale “Giuseppe Borgatti”.
Piazza principale di Cento
Di notevole importanza sono i luoghi di culto che incontriamo come la Collegiata di San Biagio, il Cimitero ebraico, l’Oratorio di Santa Maria del Piastrello, l’Oratorio dell’Immacolata Concezione, il Ghetto ebraico. La città offre anche due musei di rilievo: la Pinacoteca Civica, con numerose opere di Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino, genio del Barocco, e la Galleria d’Arte Moderna “Aroldo Bonzagni”, pittore centese che ha caratterizzato l’arte italiana del '900.

Eventi, tradizioni e cultura

Uno dei più spettacolari e storici carnevali d’Italia si svolge proprio a Cento, gemellato con quello di Rio de Janeiro, d'Italia. Ogni anno si ripete la gara fra i carri allegorici più belli che vengono realizzati dalle sei associazioni carnevalesche di Cento.
Durante il Settembre Contese si svolge la Fiera di Cento, evento che caratterizza il comune ferrarese per tutto il mese di settembre con manifestazioni artistiche e teatrali all’aperto.
Nel centro cittadino ogni anno si svolge la Pasqua Rosata, una manifestazione storico culturale in stile rinascimentale, che dura dal venerdì santo alla domenica di Pasqua. Il 3 febbraio si festeggia San Biagio, protettore dei tessitori e santo “ausiliatore” invocato a protezione della gola. Accanto alle celebrazioni religiose e al rito del cordone benedetto viene allestita la fiera di prodotti gastronomici e artigianali.
Immagine dei festeggiamenti du Cento per la Pasqua

Powered by Plone, the Open Source Content Management System

This site conforms to the following standards: