Strumenti personali
Tu sei qui: Home Biblioteca digitale Titoli Matilde Perrino e il suo Viaggio per alcuni luoghi della Puglia (1787) / Matilde Perrino ; a cura di Guido Malcangi. - Trani : Tipografia Vecchi & C., 1964. - 31 p. ; 25 cm.
Azioni sul documento

Matilde Perrino e il suo Viaggio per alcuni luoghi della Puglia (1787) / Matilde Perrino ; a cura di Guido Malcangi. - Trani : Tipografia Vecchi & C., 1964. - 31 p. ; 25 cm.

Tipologia del documento Monografia
Autore Perrino, Matilde
Titolo Matilde Perrino e il suo Viaggio per alcuni luoghi della Puglia (1787) / Matilde Perrino ; a cura di Guido Malcangi. - Trani : Tipografia Vecchi & C., 1964. - 31 p. ; 25 cm.
Edizione
Pubblicazione Tipografia Vecchi & C.
Data di pubblicazione 1964
Descrizione 31 p. ; 25 cm.
Collezione La Puglia nel tempo
ISBN/ISNN
Argomento lettere itinerarie (letters on itineraries) Puglia
Lingua di pubblicazione Italiano
Biblioteca Panunzio Giovanni, Biblioteca Comunale di Molfetta Rogadeo Eustachio, Biblioteca Comunale di Bitonto Caracciolo Roberto, Biblioteca di Lecce
Note <img width="300" height="87" src=" ./resolveUid/6b570e587a59414648b47bd737a656fb" alt="Logo Caripuglia" class="" /> <p> <p> Si tratta di una edizione critica della nota Lettera di Matilde Perrino ad un suo amico nella quale si contengono alcune sue riflessioni fatte in occasione del suo breve viaggio per alcuni luoghi della Puglia, già integralmente riprodotta in formato digitale dal CISVA. Matilde Perrino accompagnò suo padre, Regio Consigliere di Ferdinando IV, in una missione amministrativa compiuta in Terra di Bari, nei feudi di Triggiano e di Capurso. Ebbe così modo di visitare gran parte del territorio pugliese, di studiarne l’aspetto paesaggistico, ma anche le problematiche socio-economiche. Il frutto delle sue osservazioni è raccolto in questa lunga Lettera datata 1787. Lo studioso Guido Malcangi, in questa edizione, intende mettere in evidenza lo ‘sguardo’ tipicamente ‘illuminato’ di Matilde Perrino: uno ‘sguardo’, quindi, rivolto non soltanto alle amenità dei luoghi pugliesi e all’indole apprezzabile degli abitanti, ma soprattutto alla vita amministrativa ed economica. Numerose sono infatti le proposte di riforma nell’ambito del sistema agricolo: la scrittrice consiglia, ad esempio, la cultura del cotone e del lino, per la diffusione dell’industria della seta, e auspica l’esenzione da ogni peso catastale per i terreni coltivati.
Codice documento

Sviluppato con Plone, il sistema open source di gestione dei contenuti

Questo sito è conforme ai seguenti standard: