Strumenti personali
Tu sei qui: Home Biblioteca digitale Titoli Viaggio pittorico nel Regno delle due Sicilie. Parte I e Parte II Napoli e le Provincie / Domenico Cuciniello - Napoli : presso gli Editori SS.ri Cuciniello e Bianchi, 1829-1833 - 3 v., 122 p., [60] c. di tav. : ill. ; 52 cm.
Azioni sul documento

Viaggio pittorico nel Regno delle due Sicilie. Parte I e Parte II Napoli e le Provincie / Domenico Cuciniello - Napoli : presso gli Editori SS.ri Cuciniello e Bianchi, 1829-1833 - 3 v., 122 p., [60] c. di tav. : ill. ; 52 cm.


Logo Caripuglia

Domenico Cuciniello (1780-1840), alternando l'attività di architetto ed ingegnere a quella di litografo raggiunse in entrambi i campi fama immensa nella Napoli romantica. Prima testimonianza dell’attività di Domenico Cuciniello (1780-1840) litografo-editore fu, nel 1821, la cartella didattica degli Elementi di paesaggio ricavati dalle opere di Cristoforo Kniep disegnati da Costanzo de Angelis e pubblicati e litografati da Domenico Cuciniello (Napoli 1823). Affidata all'incisore L. F. Kaiser ed interrotta nel 1819 alla quindicesima tavola, Cuciniello editore ebbe il merito di essersene assicurati i diritti, aprendo così non solo nel Regno delle Due Sicilie, ma in tutta Italia, la via a una delle possibili applicazioni della nuova tecnica litografica: la didattica artistica. La creazione a Napoli, alla fine del XVIII secolo, di una scuola di disegno e di incisione non solo “topografica” ma fortemente caratterizzata da una particolare attenzione a tutto quanto si muovesse nel mondo della tecnica della rappresentazione, aveva portato allo sviluppo, nell’ambito di uno stabilimento militare l’Officio topografico, di una scuola di arte e di tecnica del disegno assolutamente particolare ed unica in Italia e nell’intera Europa. Nell’Officio erano iniziati già nel 1817 esperimenti “per conoscere qual vantaggio può sul momento ricavarsi dalla nuova arte litografica”, che diedero luogo, nel 1823, alla fondazione della Litografia Militare, uno dei più importanti stabilimenti litografici europei. Nei primi decenni dell’Ottocento Domenico Cuciniello unì la sua attività a quella del disegnatore e litografo Lorenzo Bianchi, inaugurando così un costume tipico delle imprese litografiche napoletane, basate spesso sul meccanismo dell'associazione che resero Napoli uno dei maggiori centri italiani di produzione litografica. L'opera che diede maggior fama alla casa litografica Cuciniello e Bianchi fu pubblicata tra il 1829 e il 1832, in tre volumi, con il titolo Viaggio pittorico nel Regno delle Due Sicilie, dedicato a Sua Maestà il Re Francesco Primo, pubblicato dai SS.ri Cuciniello e Bianchi (In Napoli presso gli Editori, vico S. Spirito di Palazzo n. 49). La prima parte era dedicata a Napoli e divisa in due volumi riguardanti rispettivamente la città di Napoli e la sua provincia; la seconda la Sicilia. Seguendo la fortunata, secolare tradizione tracciata dal Saint-Non con il Voyage pittoresque ..., grande rilievo viene dato in quest'opera alle tavole, con vedute litografiche da Müller, Hörner, Wenzel, ed altri. Le vedute, ben 178, furono dipinte dai paesaggisti della cosiddetta scuola di Posillipo, allora quasi agli esordi, che derivavano il senso del paesaggio e il ritratto urbano dall’Officio Topografico, in particolare da Giacinto Gigante, Achille Vianelli, Raffaele Carelli, ed altri inseriti nel miglior ambiente romantico napoletano. Ma ciò che soprattutto dà un segno di novità all'opera è il testo, affidato a Raffaele Liberatore, letterato che descrive i luoghi con un atteggiamento di evocazione nostalgica che contribuisce a determinarne il mito romantico. Così pure le vedute, benché riferite a quelle del Saint-Non, sono già inclini ad un concetto del "pittoresco", che poi resterà tipico delle vedute meridionali. Nella tavola Piazza di Barletta, disegnata da Forino e dipinta da Vianelli. la qualità della traduzione litografica riesce a rendere, nell'immagine bianca e nera, tutte le possibili sfumature pittoriche dell’ acquerello originale. (La nota è a cura della Dott. Maria Virno della Biblioteca Nazionale di Bari)



Manoscritto





Cuciniello e Bianchi Editori

1829

XIX

3 v., 122 p., [60] c. di tav. : ill. ; 52 cm.



voyage pittoresque, Puglia, Cartografia (cartography)

Italy

Italiano




Adriatico occidentale

Catalogo testi

Sviluppato con Plone, il sistema open source di gestione dei contenuti

Questo sito è conforme ai seguenti standard: