Strumenti personali
Tu sei qui: Home Biblioteca digitale Titoli Nuova descrizione storica e geografica delle Sicilie, dell'avvocato Giuseppe M.a Galanti. ...Tomo primo [-quinto] / Giuseppe Maria Galanti. – Napoli : nel Gabinetto letterario , 1786-1792. – 5 v. ; 8°.
Azioni sul documento

Nuova descrizione storica e geografica delle Sicilie, dell'avvocato Giuseppe M.a Galanti. ...Tomo primo [-quinto] / Giuseppe Maria Galanti. – Napoli : nel Gabinetto letterario , 1786-1792. – 5 v. ; 8°.


Logo Caripuglia

Quest'opera è stata considerata un esempio ante-litteram di analisi sociale, sulla scia della scuola di Antonio Genovesi. Nel 1782 il Galanti aveva già pubblicato la Nuova descrizione storica e geografica dell’Italia, lavoro in cui, coordinando una gran massa di notizie procurate da differenti corrispondenti, si voleva edificare una rappresentazione globale della realtà complessiva dell’ Italia del XVIII secolo. Questo lavoro rappresentò l’inizio di un’indagine diretta del Mezzogiorno che andò avanti per circa dieci anni e si concretizzò nella pubblicazione dei quattro volumi della Nuova descrizione storica e geografica delle Sicilie. Questi volumi forniscono un quadro esaustivo delle condizioni di generale arretratezza e decadenza della società meridionale a cui, secondo l’autore, avevano contribuito tutte le forze dominanti; dalla Chiesa, ai baroni, ai vicerè, che rappresentavano governi lontani e rapaci. Dalla critica del Galanti non si salvano neanche le leggi e i tribunali. La conoscenza storica e geografica diventano gli strumenti necessari per potere proporre una trasformazione d’orientamento genovesiano. La redazione di quest’opera si inseriva in un contesto non solo meridionale ma anche europeo. Galanti infatti si era mosso facendo riferimento ad un’esperienza innovativa, quale era quella di Anton Friedrich Busching, la cui Neue geographie era stata tradotta a Firenze e a Venezia a partire dal 1773. Ma sia il traduttore dell’edizione fiorentina, Joseph Jageman, sia l’editore veneziano, Antonio Zatta, si erano resi conto della necessità di intervenire sulla parte riguardante l’Italia, che Busching aveva descritto senza una conoscenza diretta. Il Galanti con la sua opera mirò a colmare questa lacuna dando una descrizione la più circostanziata possibile della realtà meridionale, per favorire eventuali obiettivi di riforma. Fine ultimo era quello di dare la più efficace descrizione del funzionamento della macchina amministrativa, dell’economia , dell’organizzazione, e dell’agricoltura del Regno.



Monografia





Gabinetto letterario

1792

XVIII

5 v. ; 8°.



descrizioni geografiche (geographical descriptions), XVIII sec. (XVIIIth century)

Italy

Italiano




Adriatico occidentale

Catalogo testi

Sviluppato con Plone, il sistema open source di gestione dei contenuti

Questo sito è conforme ai seguenti standard: