Personal tools
You are here: Home Titoli L’Italia nell’antica cartografia (1477-1799) / Roberto Borri. – Ivrea : Priuli & Verlucca, 1999. – 191 p. : ill. ; 31 cm.
Document Actions

L’Italia nell’antica cartografia (1477-1799) / Roberto Borri. – Ivrea : Priuli & Verlucca, 1999. – 191 p. : ill. ; 31 cm.


Logo Caripuglia

Principale oggetto d’interesse del volume è la Carta Generale dell’Italia: sono prese in esame le carte realizzate nell’arco di tempo che va dal 1477 (anno in cui venne stampata a Bologna la prima carta dell’Italia) fino al 1799, per un totale di circa 300 carte catalogate e descritte. Interessante è notare i legami esistenti tra le prime carte a stampa e le carte manoscritte inserite negli antichi codici manoscritti greci e latini. Le carte, a colori o in bianco/nero, talvolta prive di reticolato, raffigurano in uno o più fogli l’intero territorio italiano, dando conto delle progressive acquisizioni geografiche e cartografiche. E’ qui possibile consultare carte di rarità estrema (dato l’esiguo numero di esemplari pervenuti ai nostri giorni e data anche la difficile reperibilità sul mercato nazionale ed internazionale), come la tavola tolemaica di Nicolò Germanico (1482), in cui tra i mari sono indicati l’Adriaticum al posto dello Ionio e il Sinus Adriaticus quale nostro attuale mare; o ancora, come frequentemente si riscontra, il mare Adriatico è indicato come Mare Venetum (tavola moderna di Nicolò Germanico, 1482) o più spesso come Golfo di Venezia, esteso fino alle coste pugliesi (a partire dal 1565 circa, con la carta di Ferrando Bertelli stampata a Venezia) . Talune carte delineano nitidamente i territori dell’Adriatico orientale, ormai dominio di Venezia (Illiricum, Liburnia, Dalmatia) come si riscontra in una carta settecentesca di Edward Wells stampata a Oxford.



Documento_cartografico





Priuli & Verlucca

1999

XX

191 p. : ill. ; 31 cm.


88 8068 134 6

Puglia

Italy

Italiano




Adriatico orientale e occidentale

Catalogo studi, Catalogo testi

Powered by Plone, the Open Source Content Management System

This site conforms to the following standards: