Personal tools
You are here: Home Notizie Letterarie Convegno Internazionale di Studi "Tra Adriatico e Ionio. Itinerari culturali e turismo sostenibile". Corfù, 21-23 novembre 2019
Document Actions

Convegno Internazionale di Studi "Tra Adriatico e Ionio. Itinerari culturali e turismo sostenibile". Corfù, 21-23 novembre 2019



Presso il Dipartimento di Storia della Ionian University di Corfù, tra giovedì 21 novembre e sabato 23 novembre 2019, si terrà il Convegno Internazionale di Studi “Tra Adriatico e Ionio. Itinerari culturali e turismo sostenibile”, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del progetto di cooperazione Grecia-Italia, Polysemi.

Obiettivo del convegno è verificare quanto le scritture dei luoghi, a partire dal medioevo fino ai nostri giorni, possano contribuire alla elaborazione di itinerari culturali, con soddisfacimento delle esigenze dei viaggiatori e salvaguardia delle regioni ospitanti. Si confronteranno oltre 30 relatori, italiani e stranieri, scelti tra operatori e studiosi, in una ricca sequenza di interventi che conferma l’importanza dell’area progettuale nella prospettiva di un turismo più consapevole e responsabile.

L’iniziativa costituisce la terza tappa di un Convegno itinerante tra Puglia e Grecia nell’ambito delle attività del progetto POLYSEMI (Park of Literary travels in Greece and Magna Graecia), nato da un’idea dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, capofila.  Il progetto è realizzato in cooperazione con altri quattro partner: il Comune di Taranto, il Dipartimento di Informatica della Ionian University – Research Committe di Corfù, il Ministero della Cultura e dello Sport e la Regione delle Isole Ionie. Polysemi è co-finanziato dall’Unione Europea, attraverso il Programma di Cooperazione Grecia-Italia 2014-2020.

Con il Convegno in Grecia si giunge alla conclusione di una sequenza di tre eventi correlati, interni alle attività del Progetto Polysemi: il primo svoltosi a Bari il 24 e 25 giugno 2019 con titolo “Tra Adriatico e Ionio. L’immaginario letterario del viaggio”, finalizzato a raccontare i luoghi tra la Puglia e la Grecia, meta nel corso dei secoli di scrittori, poeti, narratori, saggisti e artisti che hanno viaggiato tra le due coste narrando le storie e le immagini nelle loro opere, a partire dal viaggio degli Argonauti fino alle forme e ai modi di rappresentazione del mare nel Novecento. Il secondo, svoltosi a Taranto il 29 e 30 ottobre 2019 con titolo “Tra Adriatico e Ionio. Beni culturali e sviluppo del territorio”, diretto a verificare le potenzialità che i beni immateriali hanno nella crescita delle comunità, con verifica delle possibili intersezioni tra imprenditoria e cultura, dei nessi tra legislazione e politiche dello sviluppo, del ruolo dei media tra cultura e promozione del territorio, della letteratura di viaggio quale strumento conoscitivo della realtà.

Il Comitato scientifico è composto dai Professori Stefano Bronzini, Giulia Dell’Aquila, Pasquale Guaragnella, Giovanna Scianatico e Franco Vitelli.


LINK AL PROGRAMMA DETTAGLIATO:
www.viaggioadriatico.it/upload/programma-corfu-per-mail-2.pdf/file_view


 

Ufficio Stampa – Università degli Studi di Bari Aldo Moro  Vittorio Bisceglie +39 080 5714010 vittorio.bisceglie@uniba.it

Regione Puglia - Joint Secretariat Communication Officer

Carmela Sfregola +39 3493916007 c.sfregola@greece-italy.eu; press@greece-italy.eu

 

Il Programma di cooperazione Interreg V-A Grecia–Italia 2014-2020 ha come obiettivo principale la definizione di una strategia di crescita transfrontaliera tra la Puglia e la Grecia (Regione dell’Epiro, della Grecia Occidentale e delle Isole Ionie), finalizzata allo sviluppo di un’economia dinamica basata su sistemi smart, sostenibili e inclusivi per migliorare la qualità della vita dei cittadini di queste regioni.

Il Programma ha una dotazione finanziaria di euro 123.176.896, co-finanziato dall’Unione Europea attraverso il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e dai due stati membri (Italia e Grecia) con una quota nazionale del 15%.

www.greece-italy.eu  www.polysemipark.eu


Powered by Plone, the Open Source Content Management System

This site conforms to the following standards: