Strumenti personali
Tu sei qui: Home Notizie Letterarie Lo spazio adriatico. Libri e incontri sul nostro mare
Azioni sul documento

Lo spazio adriatico. Libri e incontri sul nostro mare

 

Al Museo della Marineria di Cesenatico
Lo spazio adriatico. 
Libri e incontri sul nostro mare


Benché la storia sia molto spesso o quasi sempre passata per il mare, dove si sono misurate tra loro le potenze economiche e militari degli stati, e dove hanno vissuto e intrecciato i loro scambi culturali e sociali tutte le civiltà, malgrado ciò sono relativamente pochi i libri di storia centrati sul mare.
Per questo motivo il Museo della Marineria, grazie alla collaborazione del Prof. Maurizio Ridolfi (Preside della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università della Tuscia - Viterbo), ha ritenuto opportuno proporre questi tre incontri con altrettanti autori di libri usciti di recente che rivolgono lo sguardo al mare e in particolare all’Adriatico:


- 5 marzo: Paolo Frascani
Il mare (Il Mulino)

- 11 marzo: Stefano TrincheseAdriatico contemporaneo (Il Mulino)

- 22 marzo: Rolf PetriNostalgia. Memoria e passaggi tra le sponde dell’Adriatico (Ediz. di Storia e Letteratura)

Gli inconti sono introdotti e animati da Maurizio Ridolfi, Fabio Fiori, Davide Gnola.
 
 
Paolo Frascani è Professore ordinario di Storia economica nella Facoltà di Scienze Politiche della Università degli Studi "L'Orientale" di Napoli, e da oltre un decennio si occupa di storia marittima del nostro Paese in età contemporanea. Il suo più recente volume, Il mare (il Mulino, 2008), ha ottenuto il premio "Libro del Mare 2008" per la sezione saggistica. Così ha motivato il tema da lui scelto: "A lungo la storiografia ha considerato marginale e ininfluente il rapporto tra le popolazioni del Meridione e il mare. Oggi qualcosa sta cambiando e le ricerche più recenti pongono in evidenza il posto che la gente di mare occupa nella storia politica e sociale del Mezzogiorno".
In precedenza ha tra l’altro pubblicato A vela e a vapore: economie, culture e istituzioni del mare nell'Italia dell'Ottocento (Donzelli, 2001).

Stefano Trinchese insegna storia contemporanea nella Facoltà di Lettere dell’Università G. D’Annunzio di Chieti, della quale è preside. E’ presidente del Centro per le civiltà dell’Adriatico. Ha studiato nelle università di Bologna (1975-80), Bonn (1983-86) e Paris-Sorbonne (1986-87), conseguendo il dottorato di ricerca a Roma-La Sapienza (1987-90). Ha svolto semestri di studio in Turchia (1993-96) e in Germania (1998-99). Ha insegnato storia della Turchia presso l’Ispettorato dell’Esercito. E’ membro del direttivo della Società italiana per la storia contemporanea e dell’Istituto Paolo VI per la storia del movimento cattolico. E’ autore di monografie su temi di storia politica e religiosa europea e mediterranea.

Rolf Petri si è laureato a Marburg in Germania e ha conseguito il dottorato di ricerca all'Istituto universitario europeo di Firenze. Ha lavorato all'Istituto storico germanico di Roma e ha insegnato alle Università di Bielefeld e Halle in Germania prima di giungere a Venezia. I suoi interessi di ricerca vertono sulla storia economica italiana ed europea nei secoli XIX e XX, sui processi di identificazione collettiva con il territorio. Dal 2006 al 2009 è stato coordinatore dello European Doctorate in the Social History of Europe and the Mediterranean "Building on the Past". È coautore di Porti di frontiera. Industria e commercio a Trieste, Fiume e Pola tra le guerre mondiali (Viella, 2008).

Sviluppato con Plone, il sistema open source di gestione dei contenuti

Questo sito è conforme ai seguenti standard: