Strumenti personali
Tu sei qui: Home Notizie Letterarie Nuova EDIZIONE DIGITALE: Rita Nicolì (a cura di), Relazione di un viaggio a Costantinopoli di Giambattista Casti nel 1788 scritta da lui medesimo
Azioni sul documento

Nuova EDIZIONE DIGITALE: Rita Nicolì (a cura di), Relazione di un viaggio a Costantinopoli di Giambattista Casti nel 1788 scritta da lui medesimo


A distanza cronologica notevole dalla fosca visione moralista che, nell’autunno dei lumi, colpì la società inducendo i contemporanei dell’abate e alcuni dei suoi posteri a  criticarne aspramente l’indole lasciva e libertina, Casti merita di essere rivalutato per quelle caratteristiche di esperto conoscitore della politica, intellettuale amante dei viaggi che gli permisero di conquistare la stima di molti potenti. Giuseppe II gli affidò nuovi e importanti incarichi governativi al riaccendersi della guerra austro–russa contro la Turchia  nel 1788. Nel giugno di quell’anno ha quindi inizio, con partenza da Venezia, il transito  lungo le coste istriane, dalmate e greche fino a Costantinopoli.
Casti produce una relazione inizialmente non pensata per la stampa ma che viene pubblicata successivamente, nel 1802, il cui oggetto è la dettgliata descrizione del viaggio ma anche del territorio urbano della capitale turca, con una lettura accurata dello spazio anche antropico.
La presente edizione digitale, che va ad arricchire la Biblioteca del CISVA, ne riproduce il testo integralmente trascritto da Rita Nicolì che ne ha curato anche l'introduzione.

LINK ALLA PUBBLICAZIONE:

www.viaggioadriatico.it/ViaggiADR/biblioteca_digitale/titoli/scheda_bibliografica.2014-03-27.5830391896


Sviluppato con Plone, il sistema open source di gestione dei contenuti

Questo sito è conforme ai seguenti standard: