Strumenti personali
Tu sei qui: Home Notizie Turistiche A Barletta la mostra "Terra e mare. Paesaggi del Sud da Giuseppe De Nittis a Giovanni Fattori"
Azioni sul documento

A Barletta la mostra "Terra e mare. Paesaggi del Sud da Giuseppe De Nittis a Giovanni Fattori"



La Pinacoteca “Giuseppe De Nittis” di Barletta presenta, dal 23 aprile al 2 agosto 2009, la mostra “Terra e mare. Paesaggi del Sud, da Giuseppe De Nittis a Giovanni Fattori”, a cura di Emanuela Angioli e Tulliola Sparagli.
L’esposizione è realizzata dal Comune di Barletta - Pinacoteca “Giuseppe De Nittis” in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano e con la Regione Puglia.

A Barletta

Attraverso il confronto delle opere dei maggiori paesaggisti del Centro e del Sud Italia - come Giovanni Fattori, Giuseppe De Nittis, Francesco Paolo Netti, Geremia Discanno, Raffaele Girondi, Francesco Romano , Vincenzo Cabianca, Filippo Palizzi, Francesco Paolo Michetti, Francesco Lojacono -  si delinea la grande pittura di paesaggio meridionale, dove la suggestione della natura si congiunge alle problematiche sociali ed economiche.

La mostra non privilegia l’analisi delle varie correnti stilistiche - la “macchia” toscana, il naturalismo napoletano, la scuola siciliana - ma piuttosto mira a cercare una sintesi tra tutte queste esperienze, così come risulta dall’amicizia che lega tra loro molti artisti di provenienze diverse: come De Nittis, ponte tra la cultura artistica napoletana e quella toscana, o Francesco Michetti amico di vari nomi dell’ambiente campano e romano.
La ricerca di verità muove tutti gli artisti in mostra, e il loro scopo, come scrive uno dei più fini protagonisti di quel periodo, Francesco Netti, “era far di una tela una finestra dischiusa sui campi”.

La collaborazione con il Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” rientra nelle linee del programma culturale del Comune di Barletta e del Palazzo della Marra che, dopo un inizio aperto all’Europa (Francia e Inghilterra), intendono perseguire un’attività di collegamento con i più importanti centri museali italiani.


Sviluppato con Plone, il sistema open source di gestione dei contenuti

Questo sito è conforme ai seguenti standard: