Strumenti personali
Tu sei qui: Home Rete Interadriatica Beni Duomo di Barletta
Azioni sul documento

Duomo di Barletta

Il Duomo di Barletta, la Cattedrale di Santa Maria Maggiore si trova nella  parte più antica dell'antico centro urbano tardo antico e medievale. Utilizzata in epoca dauno-romana come zona sacra e sepolcrale, l'area dell'attuale cattedrale fu utilizzata in età tardo antica per la costruzione di una grande basilica a tre navate, divisa in almeno otto campate, venuta recentemente alla luce e datata al VI secolo d.C. Della preziosa pavimentazione musiva sono rimasti pochi resti, ma la ricchezza e le dimensioni dell'edificio sacro sono compatibili solo con una città di un certo rilievo per cui dovrà probabilmente riscriversi parte della storia della città. E stata ritrovata anche una seconda basilica risalente al secolo X.
Al di sopra di queste chiese si erge l'attuale cattedrale, stretta tra palazzi nobiliari e di più umile origine. Un semplice portale centrale neoclassico, è affiancato da due portali laterali, splendidamente decorati.
Al centro  e sopra la facciata ci sono due rosoni di grande bellezza. Sulla facciata sono inserite diverse sculture di provenienza incerta, ma appartenenti probabilmente ad una primitiva stesura dell'apparato decorativo, tra cui spiccano due grandi leoni su mensole fortemente aggettanti. Non sono da meno, come ricchezza decorativa, le mensole, i cornicioni delle finestre e dei portali, delle facciate laterali dell'edificio.
Anche all'interno l'apparato decorativo, pur se improntato a maggiore semplicità, e raramente figurato, presenta esempi veramente splendidi e rari, come i capitelli quadrati dei pilastri della controfacciata.
Eccezionali le sculture figurate ricollocate all'ingresso della sagrestia, appartenenti alla primitiva decorazione romanica del portale principale: si tratta di uno dei primi esempi di rappresentazione figurata di così alto livello nella Puglia del XII secolo. Vi si rappresenta probabilmente l'ultima cena.

orari di culto


 

Sviluppato con Plone, il sistema open source di gestione dei contenuti

Questo sito è conforme ai seguenti standard: