Personal tools
You are here: Home Pagina di descrizione città Cetinje. L'antica capitale del Montenegro
Document Actions

Cetinje. L'antica capitale del Montenegro

La storia

La storia della città di Cetinje inizia nel 1482 con l'ultimo sovrano dello stato medievale di Zeta, Ivan Crnojević, il quale si rifugiò nella piccola pianura in mezzo alle colline carsiche e vi fece costruire il palazzo reale e il monastero dove s’insediò l’arcivescovo di Zeta. Questo momento storico segnò l’inizio di una nuova storia del Montenegro e di Cetinje come suo centro politico e religioso.
 

 
Nel 1692, il pascià di Scutari distrusse la città con il suo monastero e, una volta ricostruita, subì di nuovo la devastazione dal visir turco della Bosnia. A partire dal 1860, durante il regno del principe Nikola Petrović, Cetinje visse un periodo di fioritura urbana e demografica. Il congresso di Berlino del 1878 riconobbe formalmente la sovranità del Montenegro, che finì però nella prima guerra mondiale con l’occupazione austro-ungarica .

Nel dopoguerra, il Montenegro venne aggregato allo stato di Jugoslavija e successivamente la capitale fu trasferita a Podgorica. Cetinje rimase la capitale culturale e spirituale del paese.
 

La città

Situata in una pianura dell’altopiano del Lovćen, circondata dalle colline carsiche che rappresentano la muraglia naturale difficilmente raggiungibile, non ha avuto mai le caratteristiche di una vera città, anche se conserva la forma urbana del centro politico e religioso di un piccolo stato. Le strade, i palazzi e i monumenti testimoniano un passato glorioso dell’antica capitale montenegrina.
 
Nell’area di Malo Guvno, ai piedi della panoramica Orlov Krš (Roccia dell’aquila) si trova il Monastero di Cetinje, oltre al palazzo della Biljarda che custodisce il museo di Njegoš- famoso poeta, saggio, filosofo e sovrano del Montenegro. La corte del Re Nicola Petrović, costruita nel 1867 oggi è sede del Museo dello Stato del Montenegro, come anche il Palazzo Blu, un tempo residenza del principe erede al trono. Il più lussuoso palazzo della città era “Vladin Dom”, la sede del governo montenegrino seguito dalle sedi delle antiche ambasciate di Austria, Francia, Russia, Italia e Gran Bretagna, costruite dopo il Congresso di Vienna nel 1878.

 

 
La città vanta  il primo teatro del Montenegro, situato nel palazzo “ Zetski Dom”. Tra gli edifici sacrali, sono importanti le chiese della Nascita della Madonna, chiamata Vlaška chiesa e la chiesa “Na Ćipuru”, costruita sui resti del Monastero Crnojević. Nel 1494, Djurad Crnojević fondò la famosa tipografia di Cetinje che pubblicò il primo libro stampato in cirillico nei Balcani.

Eventi, tradizione e cultura

Grazie al ricco passato storico-culturale, Cetinje permane importante centro delle manifestazioni culturali come Biennale di Cetinje- la mostra internazionale della pittura contemporanea che si svolge ogni due anni agli inizi di giugno. Il programma di Estate culturale di Cetinje, invece, offre un mosaico di concerti, serate d’autore, esibizioni folcloristiche e mostre d’arte durante il mese di luglio.
 

Di particolare interesse sono le gare di macchine sportive in montagna. E’ noto il campionato per la gara di montagna Cetinje- Ivanova korita , registrata sul calendario della Federazione automobilistica internazionale.
 

 


Powered by Plone, the Open Source Content Management System

This site conforms to the following standards: