Personal tools
You are here: Home Pagina di descrizione città Golubac
Document Actions

Golubac

La storia
 

L’era di Golubac, data il II sec d. C. con la costruzione di un accampamento fortificato romano, Vicus Cuppae, che diviene l’oppidum della legione romana apparentata a Viminatio, la città capitale della regione Moesia Prima. Ad una distanza di quatto chilometri  dall’insediamento, lungo il fiume Danubio, nel XIV sec. venne fondata  una cittadina fortificata, sulle rovine di una precedente fortezza ottomana.
 
 
Durante la dominazione ottomana fu edificata una moschea e dei bagni turchi, poi demoliti  per ordine del governatore serbo knez  Miloš. La Fortezza di Golubac oggi rappresenta la più complessa e meglio preservata  fortificazione medioevale serba.
Alla fine del XIX secolo Golubac era un villaggio composto da due strade, una chiesa e una scuola. Nel 1876 venne colpita da un alluvione e da un terremoto, in seguito iniziò a svilupparsi come un importante centro fluviale grazie al traffico commerciale intrapreso con i paesi appartenenti all’impero austro-ungarico. La sua importanza diminuì nel momento in cui il traffico fluviale sul Danubio assunse una dimensione internazionale.
 
La città

A differenza delle altre città medievali sul Danubio, che continuarono ad espandersi all’ombra dei nuclei antichi, la città odierna di  Golubac si sviluppò ad una distanza di quattro chilometri dalla Fortezza. Oggi è un piccolo centro, la cui popolazione si occupa prevalentemente di pesca ed agricoltura. Un terzo del Comune di Golubac fa parte del Parco nazionale di Ðerdap.    
La Fortezza di  Golubac è situata nella prima gola (Ðerdapska klisura) del Parco nazionale che si estende sulla riva destra del Danubio. La Fortificazione è la più importante testimonianza del passato, eretta nel XIV secolo per rispondere agli attacchi nemici provenienti dall’impero ottomano. Per millenni, il fiume Danubio è stato un mezzo di comunicazione fondamentale per i popoli europei che ne usufruivano e per le loro migrazioni e per le campagne militari.
 
Oggi sono visibili le tracce delle antiche civiltà che ne hanno solcato le acque, tra cui spicca la Tabula Traiana. E’ un'iscrizione scolpita sulla parete di una montagna, dedicata all’imperatore che di qui passò per la sua campagna di Dacia. Nei pressi di Golubac, annoveriamo il Monastero di Tumane, immerso in un fitto bosco all’interno del quale scorre il fiume Tumanka. Il monastero è dedicato all’arcangelo Gabriele, e la sua fondazione è legata al nome di Miloš Obilić.


Eventi, tradizione e cultura

Per le  sue favorevoli condizioni climatiche e per la sua conformazione morfologica, Golubac  è un importante centro velico dove si svolgono regate a vela. Tra le manifestazioni turistiche, suscita particolare interesse “Golubački kotlić” un evento culinario che si svolge l'ultimo sabato di luglio. La manifestazione, una competizione enogastronomica, consiste nella preparazione di una zuppa di pesce (riblja čorba) e di altre specialità a base di pesce di fiume.
 

 

 

 

Powered by Plone, the Open Source Content Management System

This site conforms to the following standards: