Personal tools
You are here: Home Pagina di descrizione città Herceg Novi. La città delle mimose
Document Actions

Herceg Novi. La città delle mimose

La storia 

I resti archeologici intorno alla città odierna testimoniano la presenza di civiltà già nel periodo neolitico. La città fu fondata nel 1382 dal re bosniaco, Tvrtko I Kotromanić, e venne chiamata "Herceg Novi" durante il governo del Herceg Stjepan Vukčić Kosača, quando visse maggiore sviluppo e fioritura.
Nel 1482 fu conquistata dai Turchi i quali si instaurarono nella città per i successivi due secoli. Dopo i Turchi, diversi popoli e civiltà lasciarono tracce nella storia, cultura e sviluppo economico di questa città; Venezia, Austria, Russia, Italia e Germania. Nel 1944 Herceg Novi fu liberata e divenne parte della Jugoslavia. Oggi appartiene allo stato indipendente del Montenegro.
 

La città 

Herceg Novi o Castel Nuovo si trova tra la montagna di Orjen, il punto più alto della catena montagnosa di Dinara e l’entrata delle Bocche di Cattaro. E' la prima città montenegrina dopo il confine con la Croazia. Le dominazioni straniere nel passato hanno lasciato diverse impronte stilistiche nell’architettura urbana, visibili soprattutto nel sistema di fortificazione della città. Le fortezze Kanli-kula, quella Spagnola del 1538 e quella di Forte Mare del 1687 sono tra i monumenti architettonici più belli di questo genere.
Ad Est della città si trova il monastero di Savina al cui complesso appartengono tre chiese: la piccola e la grande chiesa dell’Assunzione della Vergine e la chiesa di San Sava del XIII secolo. Vi è allestito anche il museo che custodisce un rarissimo ritratto dello zar russo, Pietro il Grande, portato quì dalla Russia nel 1831.
Herceg Novi è stata per secoli una città marinara. I suoi marinai navigando per il mondo portavano nella loro terra alberi esotici, tra i quali la mimosa, simbolo della città, ebbe maggior diffusione. Nel County Museum si può ammirare la collezione botanica di oltre 100 specie di fiori mediterranei e sub-tropicali.
 

Tradizione, cultura, eventi 

Il più significante evento culturale è il Festival della mimosa, che dal 1969 ravviva le strade della città nel mese di febbraio. E’ una manifestazione che celebra l’albero di mimosa, diffuso sul territorio del Comune grazie al clima mite, e al gran numero di giorni soleggiati durante l'inverno. La festa è fondata sulle basi carnevalesche che una volta furono molto popolari in questa zona. Nell’ambito del Festival si svolgono una serie di programmi turistici, culturali e sportivi. La carovana della mimosa è passata per oltre 50 città in patria e all’estero.












Powered by Plone, the Open Source Content Management System

This site conforms to the following standards: