Personal tools
You are here: Home Pagina di descrizione città Nis. La città delle ninfe
Document Actions

Nis. La città delle ninfe

La storia

Il nome della città sotto l'impero romano fu Naissus ("città delle ninfe"). I romani occuparono la città nel periodo della guerra dardanica (75-73a.C.), e la città si sviluppò come incrocio strategico e mercato. Nel 268 l’imperatore Gallieno sconfisse i Goti a Naissus in una carneficina chiamata la battaglia di Naissus, la più sanguinosa battaglia del III secolo che lasciò da 30.000 a 50.000 goti morti sul campo.
Nel 272 nacque a Naissus il futuro imperatore Costantino I, figlio del comandante militare Costanzo Cloro e di una proprietaria terriera chiamata Flavia Giulia Elena. Nonostante l'imperatore avesse rinforzato le mura, la prosperità di Naissus la rese un obiettivo e venne saccheggiata dapprima da Attila nel 443 e poi dai vari dominatori che si susseguirono nel corso dei secoli. Nel 1375 i turchi ottomani conquistarono violentemente la città. Una larga fortezza cittadina delle prime decadi del XVIII sec. è ancora oggi ben conservata.
moneta di Claudio II,Gothicus Maximus
  
Moneta di ClaudioII

Durante il regime di Slobodan Milosevic, Niš fu la prima città in Serbia a ribellarsi contro l'oppressione comunista. L'opposizione democratica, chiamata Zajedno (Insieme), vinse le elezioni locali a Niš nel 1996. Il primo sindaco democratico della città di Niš è stato Zoran Živković.

La città

Niš è la più grande città del sud della Serbia ed un importante centro commerciale. La città copre un'area di 597 Km quadri, inclusa la città stessa di Niš, Niska Banja e 68 sobborghi. Niš è il centro amministrativo del distretto di Nisava di Serbia.

Panoramica dellla città

Veduta panoramica
Niš è una delle città più antiche dei Balcani e viene considerata dai tempi antichi una delle porte d'ingresso tra l'oriente e l'occidente. Il Konstantin Veliki Aerodrom, intitolato all'imperatore Costantino, è l'aereoporto internazionale della città con codice di destinazione INI. E' uno dei più importanti centri industriali in Serbia, un centro dell'industria elettronica, dell'ingegneria meccanica, del tessile e del tabacco.

In questa città inoltre ha sede un importantissimo centro universitario, frequentato da circa 14000 studenti. La città è ricca di grandiosi monumenti antichi che sicuramente rappresentano un profondo bagaglio culturale non solo per l’oriente ma per l’umanità intera: Mediana è il sito archeologico che conserva i resti della villa romana dell’imperatore Costantino.
Università

L'Università
L’ingresso della Torre Dei Teschi(Céle Kula)

L'ingresso di Cèle Kula
La Torre dei Teschi (Ćele kula), del XIX sec., rappresenta  un monumento unico nel suo design: dopo la battaglia sul Cegar, nel 1809, i Turchi decisero di murare i teschi rimanenti in una torre. Originariamente 952, oggi ne sono conservati solamente 58.
Niska Banja – a 7 km a Est della città – ovvero le terme di Nis, le cui proprietà curative erano conosciute e utilizzate già all’epoca dei Romani: oggi si può approfittare di tre sorgenti: due di 37-39° e una al di sotto di 20°C.


Eventi, tradizioni e cultura  

Uno dei più importanti eventi culturali a Nis è senza alcun dubbio il Festival Cinematografico che si svolge ogni anno nella fortezza della città (Tvrdjava), costruita tra il 1719 e il 1723. Si tratta di un festival degli attori e per gli attori: all’inizio del festival, ogni anno, il sindaco consegna le Chiavi della Città agli attori, da questo momento ospitanti della città. La giuria attribuisce i premi per il miglior film, il miglior attore e la miglior attrice.

la fortezza(tvrdjava)

La fortezza(Tvrdjava)
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Powered by Plone, the Open Source Content Management System

This site conforms to the following standards: