Personal tools
You are here: Home Pagina di descrizione città Trieste
Document Actions

Trieste

La storia

Trieste, città intrisa di storia, ricca di musei, tesori architettonici e caffè dal fascino mitteleuropeo, si estende ai piedi dell’altipiano carsico che si alza a pochi chilometri dalla costa. Racchiuso tra due castelli, il bianco Castello di Miramare, circondato da un parco verdeggiante, e il Castello di San Giusto, che sorge sulla sommità di un colle dal quale si può ammirare la città, il capoluogo del Friuli Venezia Giulia si presenta, dunque, come un affascinante intreccio di paesaggio e storia.
Il suo florido passato, commerciale e marittimo, è testimoniato da tutta l’area del Porto Vecchio e, nello specifico, dalla statua dell’imperatore Carlo VI, che nel 1719 assegnò alla città la patente di “Porto Franco”, posta su una colonna in Piazza dell’Unità d’Italia. Proprio questo sviluppo economico ha contribuito a rendere la città un crogiuolo di culture.  Difatti, Trieste offre al visitatore degli edifici religiosi inconsueti e di grande interesse artistico, quali la Chiesa di San Spiridione o il Tempio israelitico. Quest’ultimo è inoltre una delle numerose tracce lasciate nella città dalla presenza ebraica.  
Nella città, infatti, attualmente sono presenti accanto agli italiani numerosi gruppi etnici minoritari (tra cui croati, serbi, rumeni, sloveni - di storica presenza nella città - e gruppi di recente insediamento). Nel vasto territorio comunale di Trieste, che si spinge fino al confine con la Slovenia, si incontrano numerosi sobborghi e località dell'altopiano carsico in cui vive una minoranza di lingua e cultura slovena, la quale dispone di una propria rete scolastica, di proprie organizzazioni culturali e di propri movimenti politici.
Albrecht Carl Seutter, Trieste, 1756

La città

Le origini della città di Trieste sono antichissime ma sono di modesta entità le tracce, giunte fino a noi. Già nel II millennio a.C. tutto il territorio della provincia di Trieste, dall’altopiano al mare, fu sede di insediamenti protostorici: i castellieri; si trattava di villaggi di dimensioni ridottissime, arroccati sulle alture e protetti da caratteristiche fortificazioni in pietra, i cui abitanti appartenevano ad una popolazione illirica di stirpe indoeuropea.
Piazza Unità d'Italia
La leggenda vuole che anche il mitologico eroe greco Giasone, alla ricerca del “vello d’oro”, sbarcasse con gli Argonauti alle foci del Timavo. Nel II secolo a.C. Trieste diventò colonia romana con il nome di Tergeste.
 Essa prosperò sotto i romani e dopo la caduta dell'Impero Romano d'Occidente fu sotto il controllo di Bisanzio fino al 788, quando passò sotto il controllo dei franchi. Il passaggio alla Trieste moderna avvenne nel 1719, quando Carlo VI decretò, con un editto, la libertà di navigazione, aprendo così le porte al commercio e assegnando alla città il privilegio di Porto Franco.
Faro di Trieste

Eventi, tradizioni e cultura

Trieste è famosa soprattutto per i suoi musei, quattro artistici, 8 storici, 4 scientifici, 3 letterari e altri 13 di varia natura. Ha inoltre due castelli che ospitano, di frequente, manifestazioni culturali e non solo, il Castello di Miramare e il Castello di San Giusto.
Gli eventi di rilievo che si registrano e che attirano anche altri turisti oltre a quelli già colpiti dal così grande numero di musei, sono la Barcolana, la regata velica più affollata del mondo, che si tiene ogni anno la seconda domenica di ottobre; la Bavisela, manifestazione sportiva di richiamo internazionale, l’ITS - International talent support, concorso internazionale di moda accessori e fotografia si tiene a metá luglio, l’ERA, Esposizione di Ricerca Avanzata, rassegna biennale di scienza e tecnica organizzata e il Trieste film festival.
Veduta dall'alto del mare di Trieste


Powered by Plone, the Open Source Content Management System

This site conforms to the following standards: